Weekend Romantico al Castello di Piacenza (Vigoleno)

Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
Immagine per
  • La Storia
  • La Struttura
  • Il Museo
  • Le offerte
  • Dove si trova

LA STORIA

Sospeso tra l'eleganza più austera e il calore delle antiche dimore piacentine, il Castello di Vigoleno si erge, con il suo Borgo medievale, su un crinale a picco sul fiume Parco dello Stirone.
Il mastio del castello fu in passato l'estrema difesa del borgo fortificato composto dal lungo rivellino a ferro di cavallo e dal camminamento di ronda che dal mastio stesso porta ancora oggi alla torre sud. La fortezza ha assistito agli scontri fra guelfi e ghibellini e ha offerto rifugio alla debole resistenza antinapoleonica agli inizi del XIX secolo. Il grande giardino a terrazze con alberi secolari e piante con le loro forme plastiche fanno da cornice alla grande bocca sorgiva, agli stramazzi delle capienti vasche, al solarium ed alle due torri di guardia circolari, in un contesto di profumi e di piante a macchia mediterranea.

L'antico castello appartenne ai diversi rami dei nobili Visconti, degli Anguissola e degli Sforza fino al 1389, quando Orlando Visconti cedette i suoi diritti a Francesco Scotti il quale lo elesse come luogo di svago e di riposo tramandandone i fasti. All'interno del castello si rincorrono ancora oggi saloni densi di storia dipinta sulle pareti e sui soffitti affrescati a sulle maschere di un teatrino, frutto del "capriccio" della duchessa Maria Ruspoli Gramon, che dal 1920 al 35 lo trasformò in un'ineguagliabile salotto culturale, ospitandovi personaggi della cultura e del jet society del 1900 quali Gabriele D'annunzio, il pittore Max Ernst, la giornalista inglese Mary Pickford, il pianista Artur Rubinstein, il pittore (autore delle decorazioni del teatrino) Alexander Jacovleff, Douglas Fairbauks e Riccardo Bacchelli.

LA STRUTTURA

Il castello di Vigoleno offre pernottamenti a corte nella Suite Superior e nelle torri di guardia in completa tranquillità ed intimità con un servizio di Bed & Breakfast anche nelle camere, oppure trasformandosi in un vero salone di casa con uno staff interno della migliore ristorazione emiliana, per un meeting, convention o per una riunione d'affari, una cena fra amici, un raffinato banchetto nuziale con celebrazione nella chiesa Romanica del Castello o per chi volesse organizzare una grande festa o un gala nel giardino a terrazze.

Il Castello è un'ospitale residenza, pronta a schiudere la sua bellezza ad un Cliente particolare in cerca di qualcosa di insolito e unico.
L'intera struttura offre 11 camere:
    •   3
Suites: Lancillotto, Ginevra, Artisti
    •   1
Junior Suite: Camera Rossa (4 posti letto)

    •   4 Camere Doppie: Gialla, Verde, Rosa, Azzurra

Ognuna delle 3 suites occupa una delle torri di guardia, circolari e con merli ghibellini, è dotata di tutti i confort, di arredi antichi ed è immersa nella tranquillità e nel verde, in giardino con giochi d'acqua. Composte da un salottino al piano terreno dove si trova anche il bagno e la camera da letto al primo piano con una splendida vista su tutto il parco dello Stirone attraverso le finestrelle ex feritorie delle torri. La suite degli Artisti è su tre livelli.
La Junior Suite è, assieme alle altre camere doppie, nel corpo centrale del Castello e può ospitare, senza rinunciare a suggestione ed eleganza, sino a quattro persone.
Le camere doppie, sempre di decisa caratterizzazione e sempre arredate con mobili antichi, sono nel corpo principale del Castello.

Gli arredi di tutte le camere sono curatissimi, a comporre un unicum dove tutto concorra e niente emerga, ma in grado anche di soddisfare l'occhio critico, amante dei dettagli, che volesse scomporlo.

IL MUSEO

Il Castello si erge leggiadro con la sua possente difesa ancora intatta, chiuso in una stretta cinta muraria con merli ghibellini. Appartenne ai Visconti, agli Anguissola, agli Sforza, agli Scotti, alla Duchessa Maria Ruspoli di Gramon. All’interno si susseguono saloni densi di storia: la sala rossa con preziosi mobili e l’imponente camino, il salotto della Genesi, la sala del biliardo, il pittoresco teatrino settecentesco, le suggestive torri di guardia per
romantici pernottamenti e saloni per raffinati banchetti, luogo unico per ogni evento. Il Borgo è un esempio perfetto della logica abitativa del medioevo, integro nelle strutture e ricco di testimonianze storiche.

PERIODO DI APERTURA: tutto l'anno

ORARI
(* ultimo ingresso):
- da novembre a febbraio: sabato 14/17*, festivi 11/12.30* e 14/17*;
- marzo: sabato 14/17.30*, festivi 11/12.30* e 14/17.30*;
- aprile e maggio: sabato 14.30/18.30*, festivi 11/12.30* e 14.30/18.30*;
- da giugno a settembre: sabato 14.30/19*, festivi 11/12.30* e 14.30/19*;
- da giugno a ottobre: feriali 15/17.30*;
- ottobre: sabato 14.30/18.30*, festivi 11/12.30* e 14.30/18.30*.
Visite guidate e possibilità di visita ad alcuni ambienti del Castello su prenotazione per gruppi.
Possibilità di pernottamento e ristorazione nel Castello.

INGRESSI:
Adulti:
1) Euro 3,50 per visita libera al Mastio,
2) Euro 5 per visita guidata Mastio e Borgo
3) Euro 8 per visita guidata Mastio-Borgo-Castello
Gruppi: (minimo 20 persone) Euro: come da listino
Scolaresche: Euro: come da listino
Bambini: (dai 5 ai 11 anni) sconto 1 euro
AGEVOLAZIONI E CONVENZIONI: Card del Ducato, Touring Club

PERCORSO DI VISITA:
1) Mastio
2) Mastio + Borgo
3) Mastio + Borgo + Castello (solo con guida)

SERVIZI
: Book shop, visita in Lingua Inglese e francese.
Possibilità di pernottamento nelle esclusive torri di guardia.

LE OFFERTE

Scopri in fondo alla pagina tutti i pacchetti del castello!

COME ARRIVARE

Da Nord
A1-A21 uscita Fiorenzuola, direzione Parma. Oltre Fiorenzuola, poco dopo Alseno, al semaforo girare a destra in direzione Vernasca. Proseguire per circa 9 km e, poco dopo Bacedasco Basso, svoltare a sinistra in direzione Salsomaggiore. Dopo 3 km svoltare a destra, si troveranno le indicazioni per il Castello

Da Sud
A1 uscita Fidenza, direzione Piacenza. Poco prima di Alseno, al semaforo girare a sinistra in direzione Vernasca, proseguendo come sopra. Da Salsomaggiore proseguire in direzione Scipione, si troveranno le indicazioni per il Castello

CONTATTACI PER INFO E PREVENTIVI PERSONALIZZATI!!



Info & Prenotazioni:
+39 335 6033075
manolo@enjoytoz.it

Richiedi informazioni

Sesso

(Leggi)
Campi obbligatori
 

Castello Vigoleno

Tutti i castelli romantici